Google+ La Natura che ci circonda: Benvenuti al mondo

martedì 25 aprile 2017

Benvenuti al mondo

Ebbene, forse non avrei potuto ricominciare a scrivere con argomento migliore, dopo tanto tempo. In realtà oggi contavo di continuare a scrivere un post di "Spiriti della Natura", ma quando sono arrivata a casa a mare, ho presto capito che Tempesta, la mia gatta tricolore delle due trovatelle dello scorso anno, aveva ben altri progetti.
Facendo un giro fra le varie cucce ho notato che in una aveva raspato spostando tutte le coperte, così ho pensato che fosse il posto prescelto.
Immediatamente dopo il mio arrivo Tempesta è venuta a chiamarmi, senza nemmeno darmi il tempo di arrivare a parcheggiare la macchina. Allo stesso modo ha continuato a chiamarmi a sé ogni volta che ho provato ad allontanarmi, cosicché anche la mia idea di pranzo sia andata a farsi benedire, quando ho capito che non le bastava la presenza della sorella.


Ho provato ad accoccolarmi con lei vicino alla cuccia e per un po' sembrava che la piacesse, ma siccome avevo notato che mi richiamava al divano, ho prudentemente piazzato un asciugamani del mare e delle traversine assorbenti prima di sedermici. Finalmente soddisfatta, Tempesta si è accoccolata vicino a me, strusciandosi e prendendo le coccole, fino a quando non ha fatto capire precisamente e senza più alcun dubbio cosa volesse da me. Le contrazioni! Perfetto! Ed io non sono minimamente preparata. Linea diretta con il veterinario per sapere cosa fare  (con la risposta "stalle vicino, non starle troppo appiccicata e lascia fare a lei che sa"). Puntuale come un orologio svizzero, il primo gattino si è affacciato al mondo, mentre sia io che la madre siamo state colte dal panico senza sapere cosa fare. La madre ha cominciato a leccare un po' in giro, prima la mia mano, poi l'asciamani, fino a quando ha trovato il bersaglio (mentre io tempestavo di messaggi il povero, nonché pazientissimo,  amico veterinario). 


Capito come funzionava con il primo, con gli altri è stato decisamente più tranquillo sia per me, che per lei. Al secondo ho pensato che fosse finita, ma mi sbagliavo decisamente...



Al secondo ne è seguito un terzo e poi un quarto. Dopo un po' di riposo è arrivato anche il quinto, podalico, e la gatta si è tranquillizzata e messa ad allattare. 


Ovviamente anche io mi sono calmata, godendomi questo spettacolo meraviglioso e chiamando tutti per annunciare il lieto evento e la nascita dei 5 gattini: 2 grigi, 1 rosso e due bianchi con una macchietta nera sulla testa. 
... 5?

Mentre chiamavo il mio ragazzo per sapere se sarebbe arrivato, la gatta ha improvvisamente cominciato ad agitarsi ed alzarsi nervosamente. Credevo che un gattino bianco fosse rimasto incastrato  e appeso in qualche invoglio fetale, ma poi ho realizzato che la madre li aveva già mangiati tutti. Ad allattare, però, c'era uno solo dei due. Come mai però quell'altro era così bagnato? Tornata a contare i cuccioli bianchi,  ho notato che qualcosa non andava, poiché da sotto il pelo della pancia della mamma, sbucava una codina bianca. 1.... 2.... 3?
Ebbene sì, alla fine è nato anche il sesto! Il tutto con i cani che ad ogni miagolio dei cuccioli si avvicinavano a controllare cosa stesse accadendo, poggiando delicatamente il muso sul divano per annusare i nuovi nati.

Ora sono qui ad attendere per essere sicura che non ci sia anche il numero 7, mentre aspetto che Burrasca decida che è arrivato anche il suo momento.
Benvenuti piccolini.


5 commenti:

  1. Che meraviglia!!!!!
    Congratulazioni! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, riferirò alla madre XD 😂

      Elimina
  2. ahahahahahahahahh Poianina mi hai riportato indietro negli anni!
    La mia Briciola partoriva 3 volte l'anno, a marzo/aprile 4, luglio/agosto 5/6, ottobre 2 e mi ha sempre voluta vicino.
    Se facevo tanto che alzarmi smetteva di spingere per richiamarmi all'ordine. Comunque tranquilla perchè il loro istinto è così forte che anche al primo parto sanno esattamente cosa fare. Noi non siamo le ostetriche ma la compagnia, quella che dice forza Briciolina su spingi brava!!!!
    Comunque complmenti "zia" I tuoi nipotini pelosini sono stupendi!
    Attendo aggiornamenti e dai una coccolona alla nero mamma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patricia,
      Ho potuto constatare che è stata bravissima, nonostante i gattgattini siano vitellini. Dove li tenesse tutti e sei è un mistero. Ora stanno litigando per chi deve prendere la mammella addominaladdominale e lei mi vuole accanto pure per l'allattamento. L'altra ha la pancia in procinto di esplodere, ma ancora non vuole saperne...
      grazie, io sono in brodo di giuggiole.
      Coccolona recapitata ;)

      Elimina
  3. 6+6=12!!! Urge sterilizzazione :D

    RispondiElimina

Se volete lasciatemi un segno del vostro passaggio: una vostra impressione, un saluto, una critica. Sarà tutto ben accetto e mi aiuterà a crescere ed andare avanti.