Google+ La Natura che ci circonda: Il cane clinico (ovvero un caso ingarbugliato)

mercoledì 7 febbraio 2018

Il cane clinico (ovvero un caso ingarbugliato)

Sì, lo so che avevo detto che sarei entrata in pausa, ma tanto l'esame di domani è saltato e io ho bisogno di schiarirmi un po' le idee.
Io non ho un cane, ho una sfiga pelosa a quattro zampe! 
Giorno 25 gli avevo finalmente finito l'infinita terapia antibiotica, ma non convinta gli ho fatto ripetere l'ematocrito. I globuli bianchi ancora alti, ma decisamente scesi, mi davano il desiderio di continuargli la terapia, cosa esclusa perché gliela avrei fatta troppo a lungo. Anche se non ero convinta, ho interrotto tutto e via, come detto dai medici, anche se stavolta non lo vedevo completamente ripreso  (e l'esame del sangue era d'accordo con me). Dopo 5-6 giorni che sembrava andare più o meno bene,  ha smesso di alzarsi per venire a mangiare e alla fine, dopo averlo forzato, ho optato per l'avvicinamento della ciotola  (finito con il mangiare dalla mia mano e l'acqua con la siringa). 
Negli ultimi giorni non c'è più stato verso nemmeno di fargli fare le scale da solo a salire (con grande felicità della mia schiena) e ieri mattina l'ho fermato in tempo prima che precipitasse per la scala mentre uscivamo. Siccome ha anche in parte rifiutato il cibo, gli ho misurato la temperatura e aveva di nuovo la febbre alta, 39.7 per la precisione. Nel pomeriggio, quindi, siamo di nuovo andati dal veterinario a fare le analisi e, ripetendo l'ematocrito, gli abbiamo trovato i globuli bianchi più che raddoppiati.
Ora, la veterinaria ha deciso di cambiare completamente terapia. In effetti dopo le iniezioni la temperatura è scesa a valori normali (fortunatamente), per ora, solo che in questo modo la situazione si è incasinata di nuovo e ho le idee più confuse che mai e un livello di stress indescrivibile. Le ipotesi sono tre:
  1. La patologia non è dovuta ad un'infezione da zecca come pensavamo, cosa che per logica escluderei visto che la Leishmaniosi è negativa e, in tutti gli altri casi di malattie infettive che rispondono alla terapia fatta fin'ora,  avrebbe già infettato Otto (e, trattandosi di zoonosi, anche me). In tutta questa storia, però, di logico non c'è niente. 
  2. C'è una concomitanza di due diverse problematiche, il che spiegherebbe perché la terapia fatta fino ad ora non ha riportato a posto i globuli bianchi. 
  3. C'è un'antibiotico resistenza in corso e il quadro è sballato perché la malattia non ha ancora fatto in tempo a ripartire bene dopo la terapia appena terminata, ma con i globuli bianchi a quarantacinque mila e la febbre a 39.7, questa ipotesi non mi convince molto. 

In sostanza, nessuno ci capisce nulla, come al solito. Dovrei fare degli esami più approfonditi, ma senza sapere cosa cercare è difficile.
L'unica cosa certa è che abbiamo escluso la neoplasia alla milza: le masse sono sparite con la terapia antibiotica. Già questa è una buona cosa.
Sembra che stia rispondendo all'antibiotico generico, cosa che all'inizio della malattia non faceva, il che mi convince sempre di più che ci sia un problema multifattoriale. In tutto questo, per non farsi mancare nulla, ha una spondilosi, una displasia dell'anca e, per non farsi mancare nulla, forse c'è pure un crociato che non funziona come dovrebbe. La condizione ideale per una casa come la mia, con tre rampe di scale.

Comunque sia pare che stia reagendo bene alla nuova terapia. Domani prima di andare ad assistere all'esame vedremo cosa diranno i veterinari. Speriamo bene!
Buona notte.

Maronn' che stress!

7 commenti:

  1. Ma poverino! Mi dispiace!
    Forse ha qualcosa di cronico da identificare... purtroppo per gli animali sembra sempre così difficile capire il vero problema.
    Spero che cmq questa nuova terapia sia quella definitiva! :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nyu,
      In realtà il mio dubbio è che ci sia stato un abbassamento delle difese con l'arrivo di una seconda infezione. Comunque pare che la terapia stia funzionando. Spero davvero, anche se ci credo poco, che sia quella definitiva, perché comincio ad essere leggermente stanca (non di Ciro, ovviamente) 😅
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Ma povera stella!!!!! Quanto mi dispiace!
    Sinceramente mi dispiace anche per te. La preoccupazione, le fatiche.... Speriamo daiii!
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, a dire il vero sembra che oggi pomeriggio stesse meglio. Ha fatto una bella passeggiata lunga, ha sceso (salito no) le scale da solo e ha anche mangiato quasi solo (se riuscissi pure a farlo bere sarebbe perfetto). Vediamo quanto dura...

      Elimina
    2. Viva il lupo!
      Buona notte 😘

      Elimina
  3. Poveraccio!
    Spero che si risolva tutto presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao zio Nick,
      Lo spero perché non è l'unico ad essere provato da tutta questa situazione (e mo devo aspettare le due per dargli l'antibiotico, perché c'è stato un problema di approvvigionamento).
      Buona notte :)

      Elimina

Se volete lasciatemi un segno del vostro passaggio: una vostra impressione, un saluto, una critica. Sarà tutto ben accetto e mi aiuterà a crescere ed andare avanti.