Google+ La Natura che ci circonda: Riciclo creativo: lanternine con vasetti di vetro

venerdì 23 marzo 2018

Riciclo creativo: lanternine con vasetti di vetro

Che io sia masochista non è una novità, ma a questo si è aggiunto il sadismo degli altri volontari WWF che in quanto a idee autolesioniste, devo dire, non scherzano. Il tema di Earth hour quest'anno era la pedalata ecologica ma,  come ho già detto qui, Catanzaro è tutta salita e discesa e le biciclette probabilmente ce le avrebbero servite per cena. Dovendo trovare un'idea alternativa ho chiesto al gruppo di spremere le meningi per farsi venire in mente qualcosa e di proporre qualsiasi cosa gli venisse in mente. Boccaccia mia!
La trovata giusta ce l'ha avuta una new entry del gruppo, giovane e (ringraziando il Signore grande) entusiasta e attiva: "facciamo una fiaccolata e facciamo noi le lanterne riciclando i vasetti di vetro". Andata! L'idea mi è piaciuta da morire, in fin dei conti di vasetti vuoti ne avevo un sacco  (non li ho contati, ma penso che fossero almeno una sessantina) e altri li avremmo potuti recuperare dagli amici. Il risultato? Sono le 2:47 del 23 marzo, mi è passato il sonno è fino a un quarto d'ora fa cercavo di inventarmi qualcosa per utilizzare i pochi materiali rimasti dopo aver riciclato praticamente di tutto, a partire dai legacci delle provole  (il mistero del motivo per cui mia madre li abbia conservati non avrà mai una risposta certa) ai pendagli dei cuscini del salotto staccati dai nipotini nel corso degli anni  (non sto scherzando). 

Se qualcuno avesse ancora dubbi sulla mia pazzia, alle 2:20 del mattino mettevo cravatte ai vasetti.


Come avrete capito, in casa mia non si butta nulla, salvo quando ci vengono i raptus da mancanza di spazio. Sono quattro anni che riciclo gli stessi nastri da regalo (ovviamente fra parenti) e quando ci riesco anche la carta stessa, eppure nella maggior parte dei casi conserviamo tutto e resta lì nei secoli a venire in attesa che il bisnonno dello zio d'America ci venga in sogno per indirizzarci sul corretto modo di riutilizzare questo e quello;  peccato che noi non abbiamo nessuno zio d'America.

Be', in questo caso l'ispirazione è arrivata, non in sogno ma tramite Whatsapp.
Ciò che ora sto cercando di fare è incentivare chi è interessato a partecipare all'Earth hour a costruirsi le lanterne da solo, in modo da incentivare il riciclo. Non è difficile, ci vuole solo un pochino di manualità, nemmeno tanta, e gli attrezzi giusti; qualche minuto di tempo e potremo godere dello spettacolo del cielo notturno, illuminati solo dalla tenue luce delle candele.



Ci sono due metodi possibili: con l'impalcatura in fil di ferro o solo con i lacci. Io uso il primo.
Prima di tutto prendo le misure del fil di ferro lungo la circonferenza del margine superiore  del vasetto, tagliandolo un centimetro più lungo. Poi taglio il secondo pezzo di fil di ferro, più lungo, per fare il manico della lanterna. Con l'aiuto di una pinza piego le due estremità del filo e le "avvito" per formare l'occhiello in cui far passare il sostegno da agganciare al vasetto.


Una volta pronti entrambi, faccio passare all'interno di uno dei due ganci un'estremità dello spago o del nastro con cui voglio decorare il manico e, fermandolo, attorciglio il materiale per tutta la lunghezza del fil di ferro, fino a inserire l'altra estremità nel secondo occhiello.



Fatto ciò, prendo il primo pezzo di fil di ferro che ho tagliato, quello che voglio usare come sostegno intorno al vasetto, e lo inserisco nelle due estremità del manico. 


Una volta preparata l'impalcatura, la applico al vasetto di vetro, sempre con l'ausilio della pinza, stringendo quanto basta perché il tutto sia ben fermo e tagliando il fil di ferro in eccesso.



A questo punto prendo il nastro, lo spago o il tessuto con cui ho deciso di decorare il vasetto e lo applico intorno al bordo superiore, fissandolo in modo da coprire l'impalcatura.
Trattandosi di riciclo creativo cerco di adattarmi con quello che ho a disposizione a casa, in questo caso un nastro di stoffa, per niente facile da fissare (e infatti è venuto una porcheria, ma ve lo faccio vedere ugualmente, così saprete da subito cosa non fare).

Giuro che dal vivo non è così brutto!


Se il risultato è soddisfacente non resta che inserire la candela e il gioco è fatto.
Per decorare questi vasetti l'unico limite è la fantasia. Se si hanno i materiali e il tempo a disposizione si possono fare davvero cose carine. Io ne ho fatti di vario tipo, alcuni secondo me ben riusciti, altri un po' meno. Ho provato anche con la carta di un vecchio "Panda", la rivista del WWF, che conservavo in attesa di riciclarlo. Il risultato non è entusiasmante, ma secondo me lavorandoci e applicandocisi un pochino, anche in questo caso possono venir fuori cose carine.


Se aderite a qualche Earth hour in giro, perché non portare la vostra lanternina fai da te? Aspetto di vederle, ma nel frattempo, spegnete le luci.
#connect2earth

10 commenti:

  1. Veramente molto bello questo riciclo creativo, complimenti, da copiare. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa, pensavo giusto a te scrivendo il post. Mi pare che ti piacciano questi tipi di lavoretti.
      Grazie per essere passata.
      Ti auguro una buona notte.

      Elimina
  2. Molto belle anche come decorazioni estive da giardino, per una cena o dopocena... Fai bene a riciclare!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moz,
      Infatti credo di aver trovato il modo di riciclare i vasetti di vetro dell'agriturismo 😆
      Quando possibile si fa sempre bene. Tu ricicli? 😉

      Elimina
    2. Moz ricicla sempre se stesso nel suo inutile blog.

      Elimina
    3. Caro Anonimo,
      Vedo con piacere che sei un individuo senza il coraggio di assumersi la responsabilità delle proprie azioni e affermazioni. Mi piace molto quando quelli come te scrivono sul mio piccolo blog, dimostrando apertamente a tutti la pochezza della propria persona. Mi dispiace solo che non possiamo vedere la tua faccia, ma immagino che non sia una grave perdita. Al contrario di chi cancella i post offensivi, io li lascio in bella mostra come dimostrazione dell'inutilità e stupidità di alcuni individui della nostra specie, evidentemente frustrati dalla loro piccola esistenza. Spero che vorrai continuare a lasciare qualche inutile commento per dare ulteriore spettacolo. Invito tutti i miei pochi ma buoni lettori, e soprattutto te Moz-, a non perdere il proprio tempo a rispondere a certi "soggetti" e limitarvi a dedicargli il trattamento che meritano: ignorare totalmente la loro presenza.
      Comunico altresì al fake in questione, che si presenta come "anonimo" come manifestazione del proprio grande coraggio, che da questo momento in poi non riceverà ulteriori risposte.
      Buona vita e felice giornata.

      Elimina
  3. ... complimenti per l'idea ...
    ... semplice ma d'effetto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno Semola.
      L'idea non è mia, ma ti ringrazio ugualmente. A realizzarla non ci vuole veramente nulla e quando sono accese sono davvero carinissime.
      Buona giornata

      Elimina
  4. Carine e pratiche, perfette per decorare il giardino :) Le idee più semplici sono spesso le più belle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Agnese, benvenuta.
      Sì l'effetto quando sono accese è davvero notevole e in un giardino stanno proprio bene. Se si ha modo è anche un bel passatempo.
      Buona giornata:)

      Elimina

Se volete lasciatemi un segno del vostro passaggio: una vostra impressione, un saluto, una critica. Sarà tutto ben accetto e mi aiuterà a crescere ed andare avanti.